I padovani sono razzisti, non solo il sindaco Bitonci?

Che il sindaco di Padova, Bitonci, leghista, sia razzista è del tutto evidente. Le sue iniziative che, spesso, non possono che essere definite razziste, hanno avuto per questo un’eco sui media nazionali, non solo su quelli locali. Ma una parte consistente di padovani, e non solo perché hanno eletto Bitonci, non possono che essere considerati razzisti anche loro.

Una vicenda, di cui si sono occupati di nuovo i media nazionali, lo dimostra.

Infatti, sei africani, in attesa di ottenere il riconoscimento di rifugiati, sono ospitati, in seguito all’interessamento della Caritas, in un appartamento, in pieno centro, di proprietà di una signora sessantenne di Padova.

Non l’avesse mai fatto la proprietaria dell’appartamento in questione.

Sono subito iniziate le proteste, sfociate anche in una raccolta di firme tendente a far allontanare i migranti ospitati nel centro di Padova, sostenuta, ovviamente, da Bitonci.

Tra le preoccupazioni di una parte notevole di padovani, la possibilità che la presenza dei sei determini la diffusione di malattie molto gravi.

L’ebola, forse? Non so.

In prima fila a protestare, i proprietari degli altri appartamenti del condominio nel quale abitano gli africani. Temono, fra l’altro, che il valore dei loro appartamenti possa ridursi considerevolmente in seguito alla presenza di questi migranti, i quali non possono che essere ritenuti indesiderati.

Occorre tenere presente che molti proprietari di immobili a Padova si avvantaggiano del fatto che ci sono numerosi studenti universitari fuori sede per affittare appartamenti a prezzi non certo bassi.

Forse i proprietari degli altri appartamenti di quel condominio hanno paura di non poterli affittare a un prezzo sufficientemente elevato?

Comunque la proprietaria dell’appartamento, in cui sono ospitati quei pericolosissimi migranti, ha dichiarato che, se avesse previsto le proteste verificatesi, avrebbe deciso di non ospitarli.

La proprietaria, inoltre, per evitare le molte polemiche determinatesi, si è temporaneamente recata fuori Padova.

Una vicenda incredibile, ma vera, purtroppo.

E allora?

Non si può che invitare i padovani che protestano a riflettere sulla stupidità dei loro comportamenti.

E non si può che considerare costoro come veri e propri razzisti.

Forse una parte consistente dei padovani non si merita di abitare a Padova, una città dal notevole patrimonio storico, artistico e culturale, anche grazie alla presenza di un’università dal glorioso passato e dal presente altrettanto importante.

Si merita invece Bitonci.

Comunque, spero che alle prossime elezioni sia eletto un altro sindaco, quanto meno non razzista, come lo è appunto Bitonci e che la maggioranza dei padovani dimostrino pertanto di non essere più razzisti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: