Un’associazione e una lista “civica” per le elezioni regionali 2015: “Umbria di nuovo”

Siamo un gruppo di persone, per ora ristretto, di Perugia, Terni ed Orvieto, di diverso orientamento politico, che hanno ideato il progetto delineato nel documento che segue. Coloro che sono interessati al progetto o che vogliono proporre alcune modifiche ai contenuti del documento oppure che intendono esprimere valutazioni anche critiche sono invitati a inviare una mail a questo indirizzo umbriadinuovo@gmail.com.

L’Umbria è contraddistinta da una situazione di crisi economica e sociale di notevole rilievo in gran parte determinata dalle stesse cause alla base della crisi dell’intero territorio nazionale e della crisi dei vari Paesi appartenenti all’Unione europea, in parte però determinata da cause di cui sono responsabili soggetti operanti nella nostra regione, soggetti politici, ma anche economici e sociali. E queste ultime cause coincidono spesso con problemi di natura strutturale che contraddistinguono l’Umbria da molti anni ormai.

E le responsabilità del sistema politico umbro non sono affatto di scarso rilievo. Tralasciando i partiti del centrodestra che non rientrano nel nostro orizzonte politico-culturale, i partiti di centrosinistra e le amministrazioni locali guidate da rappresentanti di questi partiti, in primo luogo, anche per le maggiori competenze in materia di sviluppo economico e sociale, la Regione dell’Umbria, si sono rilevati incapaci di affrontare nella misura necessaria i principali problemi della nostra regione, non essendo in grado di attuare politiche veramente innovative tendenti quanto meno a modernizzare fortemente, come indispensabile, l’Umbria. Prevalentemente i soggetti politici di centrosinistra si sono limitati alla gestione e alla ricerca del potere e raramente hanno avuto una visione di lungo periodo seguita da un’attività di natura progettuale necessaria per affrontare i problemi citati.

E’ nostra intenzione di contribuire a superare i limiti dei soggetti politici di centrosinistra umbri, limiti almeno in parte già indicati, con l’obiettivo, più importante di altri, di dare vita ad una lista “civica” di centrosinistra alle prossime elezioni regionali del 2015, una lista “potenzialmente maggioritaria” e non “potenzialmente minoritaria”,  obiettivo oggettivamente molto complesso che potremmo abbandonare se, nel corso dei mesi, verificassimo che non ne esistano le condizioni. In tal caso però non abbandoneremo il “campo” in quanto la nostra attività presuppone, fin dall’inizio, la costituzione di un associazione per lo sviluppo dell’Umbria, denominata “Umbria di nuovo”, che potrà continuare la propria azione anche se l’obiettivo, quanto meno per le elezioni del 2015, si rivelasse troppo difficile da perseguire. Associazione la nostra che potrà rivelarsi utile anche se appunto l’obiettivo più importante non fosse raggiungibile.

Perché “Umbria di nuovo”? Per vari motivi, tra i quali la nostra volontà di contribuire ad innovare e  modernizzare il sistema politico ed economico umbro e la nostra volontà di avere come punto di riferimento il ruolo fortemente progettuale che contraddistinse quanti, per la verità non solo nel centrosinistra, operarono, prima dell’istituzione nel 1970 delle Regioni, per attuare una politica di programmazione all’altezza dei principali problemi dell’Umbria.

Quindi, da un lato un “ritorno” al passato e contemporaneamente uno sguardo rivolto al futuro, per contribuire a cambiare davvero il presente, nella consapevolezza che sarebbe fondamentale anche solo contribuire a rinnovare la politica umbra, lasciando da parte gli interessi personali, non considerando la politica esclusivamente come ricerca e gestione del potere, ma considerando la politica soprattutto come progetto, come strumento per migliorare le condizioni di vita dei cittadini.

Per quanto riguarda il progetto di dare vita ad una lista “civica”, tale lista dovrà avere come unico punto di riferimento politico-culturale il centrosinistra, ma dovrà essere portata avanti non certo dai gruppi “dirigenti” dei partiti e dei movimenti di questa area politico-culturale ma da singole persone, iscritte o no a quei partiti o appartenenti o meno a quei movimenti, che considerino però l’associazione che si vuole costituire come il principale strumento nell’ambito del quale esprimere la propria azione politica. Come potenziali aderenti all’associazione consideriamo anche coloro che hanno dato vita alle diverse liste “civiche” di centrosinistra che si presentano alle prossime elezioni comunali, ed anche persone che in passato hanno svolto il ruolo di amministratori dei Comuni umbri, ovviamente concordi con gli obiettivi dell’associazione, anche perché spesso l’attività degli amministratori dei Comuni dell’Umbria è risultata essere molto più positiva di quella svolta dagli amministratori regionali, forse perché i primi erano in più stretto contatto con i cittadini.

Affinchè il nostro progetto di costituire l’associazione possa avere successo sarà indispensabile che quanti, nell’ambito del centrosinistra, sono interessati ad esso, non si dividano in conseguenza delle diverse valutazioni sulla politica nazionale ed internazionale ma abbiano la “pazienza” di confrontarsi con persone che hanno tali diverse valutazioni, considerando come obiettivo prioritario, attualmente, e forse temporaneamente, il rinnovamento della politica umbra nella direzione già indicata. Sarà possibile? Noi crediamo di sì. Le difficoltà emergeranno soprattutto se si arriverà davvero a progettare la costituzione della lista “civica”, al momento in cui occorrerà individuare un programma amministrativo comune. Ma riusciremo a superare tali difficoltà? Noi crediamo di sì. Infatti se nel passato ci sono riusciti a definire un programma comune i diversi partiti del centrosinistra perché non dovrebbero riuscirci le diverse componenti della lista “civica”, se saranno effettivamente dotate della necessaria buona volontà per farlo?

L’associazione fin dall’inizio si doterà, ovviamente, di uno statuto, nell’ambito del quale saranno meglio specificati gli obiettivi da perseguire e gli strumenti da utilizzare, ma gli obiettivi principali sono quelli già contenuti in questo documento, sebbene indicati in modo sintetico.

L’associazione si doterà di organi di governo che, nella fase iniziale, non potranno che essere considerati provvisori, anche perché, nel corso dei mesi, è auspicabile un notevole e progressivo ampliamento degli aderenti all’associazione.

Comunque rivolgiamo un appello a tutti i cittadini umbri che si riconoscono negli obiettivi che abbiamo qui delineato ad aderire immediatamente al nostro progetto, nella consapevolezza che esso potrà contribuire ad affrontare i principali problemi dell’Umbria, che impongono interventi immediati, migliorando così le stesse condizioni di vita delle donne e degli uomini dell’Umbria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: