Ogni giorno dieci morti per incidenti stradali

Sono molti i morti per incidenti stradali in Italia, dieci ogni giorno. E’ necessario quindi impegnarsi per ridurre il loro numero. Per raggiungere questo obiettivo potrà risultare utile l’introduzione del reato di omicidio stradale, annunciato dal ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri.

Di questo annuncio si riferisce in un articolo pubblicato su www.today.it.

“Ogni giorno in Italia 10 persone perdono la vita in seguito a un incidente stradale.

Il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, ha annunciato che entro la fine di gennaio porterà in Consiglio dei ministri ‘un pacchetto di norme sulla giustizia contenente anche l’introduzione del reato di omicidio stradale’.

Una promessa che i familiari delle migliaia di vittime della strada esigono venga mantenuta.

Durante un’intervista al Tg5 la Guardasigilli ha sottolineato che si tratta di ‘gravi reati’, rispetto ai quali è doveroso che ‘le vittime abbiano la giustizia che meritano’.

Cancellieri ha spiegato: ‘La cosa più importante è l’efficacia delle norme che verranno adottate’. Norme che ‘colpiranno gli autori di questi reati, che sono gravi, per fare in modo che le vittime abbiano la giustizia che meritano.

Spesso infatti le famiglie delle vittime si sentono offese nel loro dolore perché non hanno i riscontri che meriterebbero’.

Due giorni fa il padre di Stella Manzi, la bambina romana di otto anni rimasta uccisa a causa di un incidente automobilistico avvenuto la sera di Santo Stefano, aveva lanciato un appello al Guardasigilli per un inasprimento delle norme. La piccola Stella era stata investita da un automobilista ubriaco, sotto effetto di droga e senza patente: il pirata della strada martedì è stato
arrestato.

Ogni giorno in Italia 10 persone perdono la vita in seguito a un incidente stradale. Il più alto numero di sinistri mortali si verificano di notte, nel weekend, e sono causati da guidatori che risultano poi, nella maggioranza dei casi, positivi agli alcol test e alle analisi sugli stupefacenti.

Ma servono i fatti, di parole se ne sono sentite fin troppe negli anni scorsi.

Sono anni infatti che in Parlamento, in particolare alla Camera dei deputati, si ipotizza l’introduzione dell’omicidio stradale in Italia. Basti pensare che nell’agosto del 2011, l’allora ministro dell’Interno, Roberto Maroni, nella conferenza stampa di Ferragosto, annunciò l’introduzione del reato di omicidio stradale, anche per decreto legge. Poi non se ne fece nulla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: