Due milioni di italiani sono “diabesi”

In Italia le persone “diabese”, obese e affette da diabete sono circa due milioni. Il 70% dei diabetici sono obesi quindi e di due fenomeni sono strettamente correlati ed entrambi in crescita.

Dei “diabesi” scrive Cristina Tognaccini in un articolo pubblicato su www.linkiesta.it.

“Mai come in questi anni diabete e obesità hanno formato un binomio così stretto e consolidato. Tanto da portare l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) a coniare un nuovo termine: la ‘diabesità’.

In Italia le persone ‘diabese’, obese e affette da diabete, sono circa due milioni. Considerando che i diabetici sono circa 3,3 milioni appare evidente come quasi il 70% dei diabetici sia anche obeso, e come questi due fenomeni siano strettamente correlati, ed entrambi in aumento.

Nel 2012, secondo i dati Istat, un italiano su tre era in sovrappeso (circa 22 milioni di italiani) e uno ogni dieci obeso (6 milioni), con preponderanza per il sesso forte.

Il 5,5% della popolazione italiana è invece affetto da diabete, con prevalenza maggiore nel Sud e nelle Isole dove raggiunge il valore di 6,2%, seguita dal Centro (5,5%) e dal Nord (4,9%). Percentuali che potrebbe salire se venissero inclusi anche i casi che soddisfano i criteri per la diagnosi di diabete, ma alla quale non è ancora stata fatta diagnosi (1-2% degli Italiani).

Appena dieci anni prima, secondo l’Istat, a soffrire di diabete erano il 3,7% degli italiani, e solo in Lombardia la prevalenza è cresciuta del 40% in sette anni. Secondo l’Oms ‘entro il 2030 il diabete rappresenterà in Europa la quarta causa di morte e contribuirà alla mortalità della popolazione più di quanto non facciano collettivamente Aids Malaria e Tubercolosi’. Una vera e propria epidemia, il cui responsabile non è un virus o un batterio, ma in alcuni casi l’uomo stesso.

Il confine tra obesità e diabete è ormai talmente sfumato e la loro associazione così stretta da destare parecchie preoccupazioni, anche perché, come ha dichiarato Paolo Sbraccia, presidente eletto Società Italiana dell’Obesità (Sio) ‘di diabesità si muore. Il rischio di morte raddoppia ogni 5 punti di crescita dell’indice di massa corporea, il Bmi: un diabetico sovrappeso raddoppia il proprio rischio di morire entro 10 anni rispetto a un diabetico di peso normale; per un diabetico obeso il rischio quadruplica’…

Secondo i dati dell’Italian Barometer Diabetes Report 2013, ogni minuto nel nostro Paese viene effettuata una nuova diagnosi di diabete, ogni 3 minuti e mezzo un diabetico ha un attacco cardiaco e ogni dieci un diabetico muore.

Dati allarmanti che in parte si spiegano con l’invecchiamento della popolazione. Soprattutto in Italia l’età media è sempre più alta e la fascia di persone oltre i 65, quella più a rischio, si sta allargando.

Ma questo non è l’unico motivo, complici sono anche le cattive abitudini alimentari e lo stile di vita sedentario che stanno portando a un aumento dell’obesità…

Anche in Italia però la situazione ‘sovrappeso’  non è delle migliori: secondo i dati raccolti dal ministero della Salute nelle scuole primarie, attraverso il programma “Okkio alla salute” il 22,2% dei bambini è risultato in sovrappeso e il 10,6% in condizioni di obesità, con percentuali più alte nelle regioni del centro e del sud. L’unico dato positivo è che la tendenza sembra in leggero calo rispetto gli anni precedenti…

Cosa fare è ormai noto da tempo, esercizio fisico, attività motoria e una corretta alimentazione sono gli strumenti più efficaci che abbiamo in mano.

Occorre perciò attuare delle politiche di prevenzione della diabesità, promuovendo l’attività fisica a scopo salutare.

La conferma di quanto ribadito da anni da diversi studi scientifici è arrivata lo scorso ottobre, quando sul British Medical Journal è stata pubblicata una meta-analisi (studio che analizza più studi scientifici) che ha riguardato oltre 300.000 persone e ha dimostrato che l’esercizio fisico è efficace, in termini di riduzione della mortalità cardiovascolare o legata al diabete, quanto il trattamento farmacologico”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: