Il 70% degli italiani teme di perdere il lavoro

Sette italiani su dieci temono di perdere il lavoro e circa il 50% ha paura di non avere un reddito sufficiente per mantenere la propria famiglia. Questi alcuni dei risultati dell’indagine su “La percezione della crisi e il made in Italy”, realizzata da Coldiretti-Ixe.

In un articolo pubblicato su www.rassegna.it si esaminano i principali contenuti di questa indagine.

“Il timore di perdere il lavoro è sentito da sette italiani su dieci, mentre più della metà, il 53%, ha paura di non riuscire ad avere un reddito sufficiente per mantenere la propria famiglia.

E’ quanto emerge dalla prima indagine su ‘La percezione della crisi e il made in Italy’ realizzata da Coldiretti-Ixe a ottobre 2013 e presentata al forum internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione a Cernobbio.

‘Per più di una famiglia italiana su quattro sarà quindi un autunno difficile di sacrifici economici’ sottolinea la Coldiretti.

Per quanto riguarda la situazione generale la percentuale di quanti sono pessimisti per il futuro e pensano che la situazione peggiorerà è pari al 35%. Al contrario, il 51% ritiene che non ci saranno cambiamenti mentre solo il 14% è convinto che ci sarà un miglioramento.

‘Emerge una forte preoccupazione e un senso di rassegnazione nei confronti sia della situazione generale del Paese che di quella personale in cui c’è bisogno di avere fiducia nel futuro’ ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini.

‘I pericoli che si intravedono – conclude Marini – sono molto pragmatici come il lavoro e il reddito e poco ideologici come l’immigrazione, citata solo dal 7% degli italiani’.

A fronte di questa situazione più di due italiani su tre (68%) hanno ridotto la spesa o rimandato l’acquisto di capi d’abbigliamento, ma oltre la metà ha detto addio a viaggi e vacanze e ai beni tecnologici.

Inoltre, la Coldiretti rileva che il 42% degli italiani ha rinunciato alla ristrutturazione della casa, il 40% all’auto o alla moto nuova e il 37% agli arredamenti.

Pesa l’addio alle attività culturali del 35% degli italiani ma anche quello alle attività sportive (29%) destinato ad avere un impatto sulla salute.

Da segnalare sul lato opposto il fatto che – conclude Coldiretti – solo il 14% per cento degli italiani dichiara di aver ridotto la spesa o rimandato gli acquisti alimentari, una percentuale superiore solo alle spese per i figli (6%), ma per entrambe le voci la percentuale è in calo rispetto allo scorso anno”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: