Anziani non autosufficienti, è vera emergenza sociale

Il numero degli anziani in Italia tende ad aumentare costantemente. E 2 milioni sono quelli non autosufficienti. Nei prossimi anni saranno 3 milioni. Di qui la necessità di elaborare ed attuare un piano nazionale per la non autosufficienza, evidenziata dallo Spi-Cgil.

Innanzitutto i dati, in modo più dettagliato, contenuti in un’indagine conoscitiva dello Spi-Cgil sulla non autosufficienza, sull’assistenza domiciliare integrata (Adi) e, più in generale, sullo stato di salute dell’organizzazione dei servizi sanitari e sociali rivolti alle persone anziane..

Il numero degli anziani in Italia è in costante aumento e ha superato quota 12 milioni: dal 2005 al 2010 e gli over 65 sono cresciuti di 768.000 unità, di cui 207.000 al Sud.

Le persone non autosufficienti attualmente sono circa 2 milioni e 600.000: di questi ben 2 milioni sono persone anziane. Nei prossimi anni i non autosufficienti toccheranno quota 3 milioni.

Nonostante la rilevanza quantitativa del fenomeno il governo Berlusconi ha fortemente ridotto i fondi per la non autosufficienza.

Il fondo per le politiche sociali è passato da 930 milioni di euro a 43 milioni.

Il fondo per la non autosufficienza di 400 milioni di euro è stato, invece, annullato.

Tagli e ritardi si sono registrati anche nell’erogazione dei fondi di premialità per otto regioni del Sud e in particolare solo 345 milioni di euro sono stati destinati all’Assistenza domiciliare integrata (Adi).

La domanda di servizi di assistenza per anziani non autosufficienti è però molto forte.

Ma tale domanda è attualmente soddisfatta in gran parte con il ricorso ad assistenti familiari (colf) che hanno raggiunto quota 780.000 su tutto il territorio nazionale.

Il welfare pubblico è stato sostanzialmente sostituito da quello “familiare”, privato o da ricoveri presso strutture residenziali.

Infatti solo il 4,1% del totale della popolazione anziana usufruisce dell’Assistenza domiciliare integrata: si tratta di 502.475 persone, ovvero solo di un anziano su cinque.

E il segretario dello Spi-Cgil ha così commentato questi dati “Chiediamo con forza al governo di adoperarsi per definire nel più breve tempo possibile un piano nazionale per la non autosufficienza che dia risposte concrete a tutti quegli anziani che vivono in una condizione di profondo bisogno e strumenti di sostegno alle loro famiglie”.

Carla Cantone ha dichiarato inoltre “«Siamo in una situazione di vera emergenza sociale perchè per colpa delle scelte scellerate e vergognose operate dal precedente governo milioni di persone sono state lasciate da sole senza alcuna forma di supporto.

È giunta quindi l’ora di rimettere il welfare e l’assistenza domiciliare integrata delle persone più fragili al centro dell’agenda politica di questo paese e per questo chiediamo al governo di ripristinare quei diritti universali di cittadinanza che per troppo tempo sono stati calpestati e non rispettati”.

Carla Cantone ha ragione e io condivido pienamente i contenuti delle sue dichiarazioni. Si assiste senza dubbio ad una situazione di emergenza, che peraltro riguarda l’intera politica sociale che viene attuata, o non attuata, nel nostro paese. Le responsabilità del precedente governo sono pesanti perché ha realizzato tagli indiscriminati ed eccessivi alle spese sociali. Tali comportamenti dovranno essere abbandonati dal governo Monti. Sarà necessario aumentare il livello quantitativo di quelle spese o riducendo altre spese veramente inutili oppure aumentando le imposte che colpiscono i ceti sociali più forti economicamente.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: